Posts in Category: story board

Il clandestino impazzito

mada kabodo

E’ morto anche Daniele, il ragazzo di 21 anni, preso a picconate sabato mattina a Milano. I suoi genitori hanno consentito la donazione degli organi, e così una parte di lui continuerà a vivere e a far vivere.

Prima di lui, Mada Kabodo, il clandestino ghanese, aveva giù ucciso un uomo di 40 anni e colpito con la stessa ferocia un pensionato di 64, che ora è in stato di coma.
Altri due passanti sono stati feriti più lievemente perché Kabodo, nel loro caso, aveva usato “soltanto” una spranga di ferro.

Poi ha trovato un piccone da muratore in un cantiere e l’ ha trasformato in un’ arma mortale.

La storia di Kabodo, questo ghanese di 31 anni, è già nota a tutti,


Festa della mamma

mother and child

Auguri a tutte le mamme, ma soprattutto a Julya che a vent’ anni è diventata mamma di una bellissima bambina.

Conosco Julya da un bel po’, perché è stata mia studentessa al Vasari di Figline, e l’ ho sempre stimata una ragazza in gamba e studiosa. Ma da quando ha avuto sua figlia, ho iniziato veramente ad ammirarla e ho capito che è anche una giovane donna con una spiccata personalità.

Grazie al mio lavoro vedo moltissimi ragazzi e ragazze, con alcuni di loro resto in contatto anche dopo la scuola tramite FB e conosco, quindi, i loro pensieri e le loro aspirazioni. So che alcuni cercano di portare avanti un percorso di studi universitari, mentre per altri,


Un killer qualunque

preiti

Luigi Preiti è un uomo qualunque dei nostri giorni: disoccupato, disperato, intossicato dal gioco.

Ha respirato a pieni polmoni l’ aria di violenza che circolava sulla rete e su certa stampa durante e subito dopo le elezioni del presidente della Repubblica.

Le parole come “tradimento”, “colpo di stato”, “funerale della democrazia”, usate in modo sconsiderato da Grillo e da molti rappresentanti della sinistra radicale,  hanno avuto sicuramente effetti devastanti sulla mente delle persone più fragili.

Qualche giorno fa il celebre scrittore-attore Dario Fo si è scagliato con veemenza contro un politico di centrodestra, sfottendolo pesantemente per la sua bassa statura fisica.

Domenica mattina Luigi Preiti ha sparato contro due carabinieri, ferendo anche una donna incinta. Voleva uccidere il nemico, identificato con gli uomini in divisa.


buone nuove

napoltano

 

Due buone notizie in pochi giorni, finalmente.

La prima: ai referendum per la fusione dei comuni valdarnesi i Sì hanno vinto. E’ la conferma che ormai la gente ha capito quali sono le priorità da affrontare: taglio ai costi della politica, abbassare le tasse e migliorare la qualità dei servizi. Perchè non è vero che aumentando la spesa pubblica (e quindi le tasse) migliora la qualità dei servizi, tutt’altro come si è visto: più grossa è la pubblica amministrazione e più crescono sprechi, inefficienza e corruzione. Questo vale per l’ amministrazione centrale e vale soprattutto per regioni e comuni. Ma la fusione dei comuni è solo l’inizio di un percorso che dovrà portare a rifondare un nuovo sitema che non potrà più


Ci vuole un po’ di saggezza…

Plato-raphaelNon si tratta certamente dell’ antica idea di Platone di mettere il governo della polis nelle mani dei filosofi, idea forse un pò corporativa dovuta alla sua sfiducia nei confronti della democrazia, che già nell’ Atene dell’ inizio IV secolo a. C. mostrava qualche difficoltà e qualche difetto (poca roba, comunque, se paragonati a quelli odierni).
La recente trovata del Presidente Napolitano di nominare una commissione di dieci saggi (anche se lui non li ha chiamati così, bensì “personalità”) non deriva da una sua sfiducia neoplatonica per il sistema democratico, perché altrimenti si potrebbe pensare a una specie di Direttorio alla francese, come quello creato con il colpo di stato del 18 brumaio, cioè il 9 novembre 1799, che spianò la