Posts in Category: story board

Vincenzino Nibali, padrone del Tour

Questa strana estate (e la chiamano estate) ci ha regalato la visione della Costa Concordia che viene trainata alla velocità di due nodi verso la demolizione finale nei cantieri di Genova e sembra l’ allegoria spietata dell’ Italia ormai sulla via del declino: perché, come il bellissimo piroscafo, è stata guidata da capitani sbruffoni e narcisisti (la politica degli ultimi vent’anni) che l’ hanno portata al disastro (un debito pubblico di duemila miliardi di euro), senza neppure il coraggio estremo di sacrificarsi per i loro passeggeri.

Ma già poco prima avevamo dovuto assistere allo spettacolo indecente della rapida eliminazione degli azzurri dai campionati del mondo brasiliani, dove il nostro bomber multietnico e straviziato, Balotelli, ha dimostrato di essere solo un bamboccione senza personalità e senza palle da mettere in porta; il


Riformare la scuola si può?

“La scuola sarà posta al centro dell’ agenda di governo”: ecco un altro annuncio del formidabile comunicatore Matteo Renzi, che ad oggi si è tradotto solo in (pochi) investimenti per risanare l’ edilizia delle scuole italiane (vedremo quali e quante). Non che imbiancare le pareti e riparare i controsoffitti delle aule sia un’ iniziativa sbagliata, tutt’ altro, a patto che sia solo l’ inizio di un radicale processo di riforma dell’ intero sistema.

Ma l’ impressione è che il Premier ora abbia scelto la via delle riforme istituzionali, mentre le riforme sostanziali come il jobs act (mercato del lavoro), la sburocratizzazione della Pubblica amministrazione, le privatizzazioni eccetera sono destinate a languire ancora per chissà quanto tempo nelle varie commissioni parlamentari. E dai tempi che ci stanno impiegando solo per la prima


Scienza e religione a Vallombrosa

L’ Abbazia di Vallombrosa è un luogo veramente straordinario: per il fitto bosco che la circonda e l’acqua purissima delle sue sorgenti, per quelle mura e quelle torri imponenti che la proteggono, per la chiesa ed il museo ricchi di opere d’arte, per l’ antica farmacia, ma soprattutto per la sua storia culturale così importante.

Ce la illustra una mostra di grande interesse intitolata “I monaci e la cultura scientifica tra il XVII e il XIX secolo”, allestita in modo impeccabile in una grande sala del museo di arte sacra dove, fino al 31 ottobre, si potranno ammirare cannocchiali galileiani arrivati in prestito da Firenze, elaborati strumenti per la misurazione della temperatura, documenti che attestano una costante attività di ricerca scientifica da parte dei monaci in settori come la


Il Signor Esselunga

Quali sono i peggiori mali che affliggono il nostro Paese? Ne abbiamo parlato più volte e ormai sappiamo che la lista è lunga. Per questo ci auguriamo tutti che finalmente la stagione delle riforme sia iniziata e dai proclami ora si passi ai fatti.

Ma se andiamo a leggere la cronaca, purtroppo, anche il presente ottimismo viene messo a dura prova: perché, altro che palude da bonificare, qui c’ è tutto un sistema ingarbugliato fatto di leggi, leggine, burocrazia e divieti (roba da “grida” manzoniane), che sembra fatto apposta per impedire lo sviluppo e la libertà d’impresa. Un meccanismo perverso che ormai regna sovrano da almeno settant’ anni e che sarà molto difficile smontare, nonostante tutta la buona volontà del premier Renzi e della sua deliziosa ministra della


Povera Nazionale Italiana

La Nazionale italiana se ne torna a casa dopo due partite giocate malissimo e quindi perse. E adesso, per favore, non iniziamo coi piagnistei e le solite accuse all’arbitro “cornuto”, come si diceva una volta, o al morso di Suarez che sui social già è stato raffigurato con la mascherina di Hannibal Lecter.

Per fortuna c’ è ancora il campo di calcio dove la mancanza di gioco, fantasia, determinazione, cioè di merito per dirla con una parola sola, finalmente viene al pettine in modo spietato. E allora vince il migliore e il peggiore, con o senza Marchisio, perde. Tutto qui, la regola e la morale del calcio si riassume in un concetto elementare e al tempo stesso altamente educativo.

Certo questa eliminazione non è una sorpresa, anche


Morire per caso

L’ architetto milanese Paolo Alfredo Armenise viaggiava sulla sua jeep quando è stato travolto da un’ Audi A4 guidata a oltre 150 km orari da tre malviventi in fuga da un posto di blocco dei carabinieri. Aveva solo 48 anni ed era un professionista molto noto e stimato per essere il curatore della Carrara Marble Week, una importante manifestazione dedicata al marmo delle Alpi Apuane.

Dei delinquenti che lo hanno ucciso, fuggiti subito dopo l’ incidente, per ora si sono perse le tracce. Ma si conosce benissimo l’ identità della persona a cui era intestata l’ Audi: è un nordafricano, già noto alle forze dell’ ordine per essere un prestanome coinvolto in traffici illeciti. Infatti l’ immigrato era intestatario di decine di macchine, addirittura 60, secondo le


Divorzio breve, anzi brevissimo

Il divorzio breve è ormai legge dello Stato: con 381 voti a favore e solo 30 contrari è stato approvato alla Camera e l’ ultimo passaggio al Senato è praticamente scontato. Da ora in poi i tempi di scioglimento del matrimonio si riducono a 12 mesi in caso di separazione giudiziale e addirittura a 6 mesi per la consensuale, anche in presenza di figli, per cui si anticipa drasticamente il momento in cui si potrà presentare la domanda di divorzio.

Prima il tempo minimo necessario per fare domanda di divorzio era di tre anni, durante i quali i coniugi dovevano vivere ininterrottamente da separati, a partire da quando era stata pronunciata dal giudice la sentenza di separazione.

Da quello che abbiamo letto sui giornali, il voto quasi unanime dei


Capitani coraggiosi

Con una bellissima fiction appena andata in onda, Rai 1 ci ha raccontato e mostrato la vita di Giovanni Borghi, ovvero “Mister Ignis, l’operaio che fondò un impero”, e così facendo ci ha riportato indietro nella storia di un’ Italia che uscì sconfitta e distrutta dalla guerra, ma poi trovò la forza di rialzarsi e realizzare, nel giro di un decennio, un vero e proprio miracolo economico. Grazie soprattutto a una generazione di imprenditori coraggiosi e visionari, gente come i fratelli Borghi, che avevano “studiato” nelle botteghe artigiane e lì avevano imparato a fabbricare oggetti e ad amare il proprio lavoro. Operai e artigiani che poi divennero piccoli e grandi imprenditori, e fecero fare quel “boom” all’ economia italiana che si traduceva in 6 punti di crescita


Era il gioco più bello

Non è che qui si voglia per forza buttarla in politica, finanche quando si parla del gioco del calcio al quale sono legati i ricordi d’ infanzia e giovinezza di molti di noi, insieme a emozioni, passioni, gioie e delusioni incredibili. Ma la domanda, fin troppo scontata e che nasce spontanea, è: chi e come risolse il problema degli hooligans in Inghilterra alla fine degli anni Ottanta? E la risposta la conoscono pure gli asini: Margaret Tatcher col suo solito irreprensibile stile di ferro. Altro che trattare coi colleghi british di Gennaro “la carogna”.

Ecco perché concordo pienamente col ministro Alfano se invoca il Daspo a vita per i tifosi violenti e il pugno duro. Ma al tempo stesso resto basito quando lo sento dire in tv che


I conservatori della Costituzione

viva la costituzione

Basta fare una rapida ricerca su Google, per verificare che il bicameralismo perfetto non è la regola delle democrazie occidentali, bensì l’ eccezione ed è praticamente italiana, grazie alla Costituzione del ’48 figlia di larghissime intese, estenuanti discussioni e non sempre riusciti compromessi.

Ma quello era giustappunto il 1948 e ai nostri padri e nonni quella Costituzione parve la più bella del mondo, visto che la precedente era stata concessa da un re piemontese e in seguito completamente stravolta da un dittatore romagnolo. Inoltre, diciamo la verità, c’ erano problemi ben più urgenti, come la ricostruzione dell’ Italia uscita sconfitta e semidistrutta dalla guerra, per soffermarsi a leggere con attenzione tra le pieghe dei 139