Posts in: aprile, 2018

Il bullo vuole 6

lucca Il 6 politico non l’ ha inventato il ragazzo-bullo di Lucca che, com’è a tutti noto grazie al video divulgato sui social, lo pretendeva dal suo professore di Italiano e Storia, addirittura dicendogli di mettersi in ginocchio davanti a lui. Il 6 politico è un’ invenzione antica: risale al ’68, quando gli studenti universitari e poi quelli delle scuole medie si ribellarono all’ autorità dei loro insegnanti (e dei loro genitori); e in un furore rivoluzionario ispirato ai canoni marxisti e maoisti iniziarono a smontare il sistema scolastico basato sul merito, lo studio, la serietà, il rispetto e la valutazione dei risultati.

Avrebbero potuto proporre modelli alternativi, grazie a un maggiore dialogo e una modernizzazione dei contenuti, introducendo lo studio


Le false emergenze

de cataldo Da quando gli italiani hanno votato, sembra sia sparita dal dibattito pubblico la questione dello Ius soli. Evidentemente ci sono problemi ben più seri da risolvere, come la formazione del governo, di fronte al quale quelle che sembravano emergenze fino a ieri l’ altro, si sono rapidamente sgonfiate dimostrando così la loro inconsistenza. Per la verità, c’ era un altro tema che fino a qualche settimana fa sembrava essere una tremenda emergenza, visto che i media ripetevano in continuazione che in Italia si stava diffondendo un nuovo movimento fascista; ed anche questa, dopo le elezioni, si è disciolta come la neve all’ arrivo della primavera.

Magicamente, quindi, non c’è più il pericolo fascismo e neppure si vede la


I confini nazionali vanno difesi, sì o no?

bardonecchia La questione dei confini, o meglio della difesa dei confini, è tornata ad essere dibattutta durante le vacanze pasquali per due fatti che hanno chiamato in causa noi italiani sia direttamente che indirettamente; e sui quali ci siamo espressi non proprio in modo coerente.

Il primo: venerdì sera, tra Francia e Italia, alcuni gendarmi francesi sconfinano (come previsto dagli accordi di Schengen del 1990) in territorio italiano, perché sono sulle tracce di un presunto spacciatore di droga; lo raggiungono a Bardonecchia, dentro un locale della stazione ferroviaria attualmente utilizzato da una Ong che si occupa di immigrati, e lo sottopongono al test delle urine senza chiedere l’autorizzazione alle nostre forze di polizia.

Apriti cielo! Ma come hanno osato i