Genitore 1 e Genitore 2

famiglia

Nelle scuole francesi stanno per sparire le parole che hanno accompagnato non solo l’infanzia ma buona parte della nostra vita: mamma e papà. Sembra che in seguito alle nuove leggi volute da Hollande, i riferimenti espliciti alle figure genitoriali tradizionali non potranno più essere ammessi nel linguaggio autoritario del politically correct.

Niente più feste della mamma o del papà, dunque, ma solo indicazioni generiche e asessuate dei non ben identificati Genitore 1 e Genitore 2. Perché la nuova idea di famiglia che si sta producendo intende scardinare il principio base della biologia animale: che per procreare ci vogliono un maschio e una femmina.

Sotto la bandiera dei diritti civili, si nasconde il tentativo di manipolazione dell’ essere umano che soltanto i regimi totalitari, come il nazismo e il comunismo, avevano tentato di fare fino ad oggi.

L’ omosessualità è una forma erotica che nella storia ha sempre avuto uno spazio e un giusto riconoscimento, basti pensare all’ antica Grecia o alla cultura del Decadentismo europeo. Ma giammai l’ amore omosessuale era stato usato per mettere in discussione il principio della famiglia naturale, ovvero quella cellula sociale formata da un uomo, una donna e i loro figli.

Nella politica del socialista Hollande si condensa tutta una tradizione illuministica tipicamente francese, fondata sul materialismo e sul relativismo.

Ebbene, l’ Illuminismo francese portò sì alla rivoluzione e alla Dichiarazione dei diritti dell’ uomo e del cittadino, ma successivamente, non dimentichiamolo, anche al potere dittatoriale di Robespierre, alla violenza sanguinaria dei giacobini, ai tribunali speciali e alla ghigliottina usata contro gli avversari del regime. In una parola: al Terrore.

About This Author

Mi interesso di storia contemporanea, arte, cultura. E mi considero un libero pensatore.

5 Comments

You can post comments in this post.


  • Ciocochan, grazie per la domanda…ma pensavo di essermi espresso chiaramente: per me i genitori sono e saranno sempre il babbo e la mamma…anche se i tempi cambiano. Quindi, tutto il rispetto per gli omosessuali, ma i figli (anche quelli adottivi) lasciamoli nelle famiglie tradizionali e naturali.

    Roberto Riviello 6 anni ago Reply


  • Segno dei tempi il cambiamento che con se porta buone e cattive. Vorrei saper dal professor Roberto cosa ne pensa, per esempio, della parificazione tra tipologie di genitori ?

    cicochan 6 anni ago Reply


  • La famiglia è la prima cellula della società ! Ma le cellule si moltiplicano attraverso un processo che non ha mai fine. Ci possono essere cellule sane o cellule che possono impazzire non riconoscendo più quale sia la loro funzione potendo generare delle mostruosità ma ciò non toglie che le cellule nascono per svolgere la loro funzione tipica! Può capitare Hitler e non soltanto lui purtroppo ma può capitare Martin Luther King o Mahatma Gandhi per citarne qualcuno e le migliaia di persone che con il loro lavoro ripeto il loro lavoro silenzioso e quotidiano aiutano tutti coloro che si trovano in difficoltà. Tutti costoro penso che siano stati generati da un babbo e da una mamma! Con ciò non voglio negare che si possano formare famiglie composte da omosessuali o da due persone che decidono di stare insieme perché no da due amiche o da un gruppo di amici per esempio, ma allo stato attuale non ci sono ancora opinioni chiare e distinte su quali delle convivenze possa educare meglio i figli. Detto ciò penso che al prof. Riviello vada il merito di aver iniziato un discorso che dovrebbe essere materia di riflessione approfondita perché si sta delineando un nuovo scenario di società che abbiamo il dovere di capire e di contribuire a creare. Non affidiamoci alla derisione delle opinioni altrui sinceramente espresse perché è sicuro si perde in partenza! Ringraziando per questa occasione invito ad aprire un dibattito sincero,motivato e proficuo.

    Flavia Centra 6 anni ago Reply


  • Accetto molto volentieri l’ invito a giocare a bocce, uno sport di precisione ed abilità, che aiuta la riflessione. A Marco rivolgo, invece, il consiglio di leggere qualche libro di Storia, materia che temo lui abbia conosciuto assai poco nella sua breve e superficiale carriera scolastica.

    Roberto Riviello 6 anni ago Reply


  • Anche le famiglie tradizionali ci hanno portato cose poco buone. Se il babbo e la mamma di Hitler non si fossero accoppiati…caro professore ma lei queste bischerate non le dira’ mica anche ai suoi alunni? O forse cerca solo di mettersi in mostra? Vada a giocare a bocce che e’ meglio.

    Marco 6 anni ago Reply


Post A Reply